Le origini del rap!

Non è certo qui che viene scritta la storia del genere, ma visto che molti di quelli che lo ascoltano oggi poco ne sapranno, anche per questioni anagrafiche (il genere ha avuto un lungo decorso prima di arrivare a un successo diffuso nel pubblico generalista), siamo a ricordarne le vicende principali:

Andiamo per ordine, dalla probabile nascita dello stile che prende le mosse dall’attività di Gil Scott-Heron e i Last Poets, che già negli anni ’60 esercitavano una specie di proto-rap, nel mentre che un vero e proprio stile di vita, l’hip-hop prendeva forma, composto quest’ultimo di un codice stilistico, di un modo di muoversi e di ballare, di certe gerarchie di gruppo e non ultimo di un suo codice musicale, proprio il rap. Interessante soffermarsi sull’aspetto dei freestyle contest, le pratiche di sfida a colpi di rime o di breack-dance, che ripetono le usanze della Grecia antica, ove si svolgevano gare di poesia e atletiche. Viene da supporre che ai ragazzi del Bronx, dove questi fenomeni sono iniziati, venisse data un’istruzione scolastica migliore che qui in Italia, dal momento che tuttora molti dalle nostre parti risulterebbero ignari di questa antica consuetudine…

Dall’origine antropologica nei ghetti neri e a opera dei personaggi sopracitati e di loro epigoni si passa ai primi successi radiotelevisivi, il primo dei quali è senz’altro “rapper’s delight” della Sugarhill Gang, per seguire con “The message” di DJ cool Herc (alias Clive Campbell).

Seguono tutti i fenomeni più importanti della prima ora, Zulu nation, Africa Bambataa, i Run D.M.C. che sono i primi a sdoganare il rap grazie alla collaborazione con gli Aerosmith in “Walk this way” (e di cui viene assassinato un membro, Jason Mizell,  nell’ottobre del 2002), i Public Enemy, LL Cool J e gli N.W.A.

I morti sparati nel rap inoltre sono più d’uno, questo triste fatto è una connotazione particolare di questo genere, gli altri due protagonisti, appartenenti alla seconda ondata, quella degli anni ’90 sono Tupac Shakur e The Notorius B.I.G., stroncati sul nascere da faide interne alle comunità di partenza di questi personaggi, caratterizzate da gang, spaccio di stupefacenti, un passato scomodo che per alcuni dei protagonisti è tornato spietatamente a farsi vivo.

Un film di molti anni fa ormai che dipinse un quadro di queste gang e della violenza di strada di certi contesti sociali fu “Colors – Colori di guerra” con Rober Duvall e Sean Penn nelle vesti di due poliziotti alle prese con le bande di Los Angeles al riguardo vi mettiamo il link del trailer.

Vi lascio con una selezione di video, rappresentativa esclusivamente del nostro punto di vista su questo genere:

La rivoluzione parte da lontano, non si tratta ancora di rap ma… Gil Scott-Heron con The bottle:

Sugarhill Gang con Rappers delight:

Run DMC (ft Aerosmith) con Walk this way e della stessa importanza in Europa ai fini dello sdoganamento del genere questo sciagurato duo olandese: MC Miker G and DJ Sven con Holiday rap, remix uscito nel 1986 del celebre brano di Madonna.

A tribe called quest con Bonita Applebaum:

il “Kurt Cobain” del rap, dannato come nessun altro e perciò ormai immortale:

Tupac con All about you:

per quanto riguarda la scena contemporanea, i più interessanti sono a mio parere i The Roots  (così grandi da meritare anche un secondo pezzo, Guns are drawn) e Dizzee Rascal di cui vi ho linkato delle tracks che considero indicative del loro stile.

il resto… …scopritelo voi!

Bibliografia:

Advertisements

Un pensiero su “Le origini del rap!

  1. Pingback: Old school | TOTAL RECALL!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...